Festa di Sant Jordi (San Giorgio) 23/04/17.

Voti
12345

Le strade si riempiono di gente che passeggiano tra le bancarelle di rose e libri.

Per la Festa di Sant Jordi, il 23 aprile, i catalani organizzano una grande festa in onore di un misterioso cavaliere che salvò una principessa che stava per essere divorata da un drago feroce. Intorno a questo coraggioso eroe, Sant Jordi —patrono della Catalogna—, è sorta questa popolare giornata della rosa e del libro.

La tradizione vuole che gli uomini regalino rose rosse alla loro amata. La leggenda stessa di Sant Jordi dice che dal sangue del drago nacque un roseto, da cui il cavaliere colse una rosa per donarla alla principessa. Di questa tradizione abbiamo testimonianza fin dal xv secolo, nonostante fosse appannaggio esclusivo dell’aristocrazia. Con il passare dei secoli è diventata sempre più popolare, e oggi si può dire che la festa sia un vero e proprio giorno degli innamorati in Catalogna.

Questa tradizione si è felicemente unita alla Giornata del Libro, molto più recente ma anche radicata con forza nel nostro territorio. In questo caso sono le donne che regalano un libro al loro compagno. Nel 1995, inoltre, questo rituale si è consolidato grazie all’UNESCO, che ha dichiarato il 23 aprile Giornata Mondiale del Libro e dei Diritti d’Autore.

Nonostante sia un giorno lavorato per lavoratori e studenti, la Festa di Sant Jordi è dichiarata Festa Nazionale della Catalogna. Le strade si riempiono di gente che passeggiano tra le bancarelle di rose e libri. Inoltre, molti balconi si addobbano di senyeres, la bandiera catalana, che rispecchia la catalanità di questa giornata così particolare.