La Notte di San Giovanni Fino al giorno 24/06/17.

Voti
12345

Devi soltanto girare per le strade di qualsiasi comune e lasciarti guidare dalla musica e dai petardi, e troverai una festa popolare dove sarai il benvenuto.

La Notte di San Giovanni —tra il 23 e il 24 giugno— è una notte magica, tanto che viene chiamata anche la Notte del Fuoco o la Notte delle Streghe. È il momento in cui salutiamo la primavera e diamo il benvenuto all’estate.

In Costa Brava e nei Pirenei di Girona, come nel resto della Catalogna, la festa di San Giovanni è parte del nostro patrimonio festivo. In ogni comune è tradizione riunirsi intorno ai falò, con familiari e amici, seguendo dei rituali ancestrali, probabilmente di origine pagana. Anche in molti altri paesi si festeggia questa notte, la più corta dell’anno, con il fuoco come protagonista. Questo elemento purificatore è accompagnato da musica, balli fino a mattino, molta pirotecnica e, nel nostro caso, dalla tradizionale torta di San Giovanni, una specie di focaccia dolce preparata con pandispagna, crema e frutta candita.

Gustare una fetta di torta intorno al falò è una bella esperienza. Ma lo è ancora di più se ti unisci alla festa dell’arrivo della famosa Fiamma del Canigó, a Girona. Si tratta di una tradizione simbolica per i catalani, ispirata in un poema epico di Jacint Verdaguer. Sin dal 1955, la Fiamma del Canigó unisce i Paesi Catalani attraverso il fuoco. I falò di San Giovanni si accendono tutti con una stessa fiamma che prima viene accesa sulla cima del monte Canigó, a 2.784 metri d’altezza. I portatori volontari fanno la staffetta per distribuire la fiamma per tutti i comuni della Catalogna, portando un messaggio simbolico di sopravvivenza e vitalità della cultura catalana.

Ovunque trascorrerai la Notte di San Giovanni, ti divertirai alla grande. Devi soltanto girare per le strade di qualsiasi comune e lasciarti guidare dalla musica e dai petardi, e troverai una festa popolare dove sarai il benvenuto.